La promessa del dr Migliaccio: Si possono perdere 3 chili con la dieta dei 7 giorni

Una dieta di una sola settimana che ci permette di perdere fino a 2-3 chili di peso, è appetibile e soprattutto può essere fatta tranquillamente anche da chi lavora fuori casa, perché gli alimenti prescritti nella dieta sono facili da trovare.

Insomma, una settimana in cui si mangia senza dubbio di meno ma senza doversi arrovellare dietro i pasti: e si perdono fino a 3 chili, mentre non c’è alcuna controindicazione a ripetere la dieta per un’altra settimana per perdere fino a una taglia.

Questo perché il dottor Migliaccio, che l’ha messa a punto ha scelto un regime bilanciato: Migliaccio è infatti Presidente della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione, nutrizionista e dietologo, uno dei più importanti in Italia.

La dieta può essere seguita da chiunque, eccetto da chi versa in condizioni di salute particolari, ovvero soffre di problemi al fegato, insufficienza renale e diabete. Si possono alternare pranzo e cena e il dottor Migliaccio consiglia una passeggiata a passo svelto di mezz’ora al giorno.

C’è da fidarsi della dieta?
Direi proprio di sì, anche se personalmente suggerisco la terza variante di colazione come la più adeguata, e il ricorso a pane e pasta integrali per un maggiore ma non eccessivo apporto di fibre, mentre sconsiglio di sostituire il contorno di verdure della cena con il frutto di stagione: le calorie sono pressappoco le stesse, ma il piatto di verdure vi sazierà molto di più e una tisana digestiva senza zucchero potrebbe farvi chiudere il pasto. Se infine avete voglia di spuntini fuori pasto, scegliete dei cetrioli: sono poverissimi di calorie e diuretici. Vediamo insieme la sua dieta dei 7 giorni. 

PRIMO GIORNO
COLAZIONE
Latte parz. scremato g 150, caffè a piacere, un cucchiaino di zucchero, 2 fette biscottate che possono essere sostituite da 3 biscotti secchi o g 20 di cereali o g 20 di pane con un cucchiaino di marmellata o di miele.
Oppure: té o orzo o caffè a piacere, un cucchiaino di zucchero, 4 biscotti o una barretta di cereali.
Oppure: uno yogurt magro anche alla frutta da g 125 e un frutto di stagione o g 20 di cereali (l’opzione che consiglio, con caffè o tè a piacere senza zucchero)
PRANZO
Un gelato artigianale a scelta, anche con panna, e 2 o 3 cialde.
Oppure: Un panino di g 60 con g 50 di prosciutto crudo o cotto o speck o bresaola o arrosto di tacchino.
Se si sceglie il gelato, a metà pomeriggio si può prendere un pacchetto di cracker da 25 g o 3  biscotti come spuntino.
CENA
Carne bianca di qualsiasi tipo g 130 (peso netto a crudo) con verdure a piacere (no a legumi, patate e mais) e un cucchiaio di olio.
Il contorno può essere sostituito da un frutto di stagione. Pane: g 40.
SECONDO GIORNO
COLAZIONE: vedi giorno uno
PRANZO
Una porzione abbondante di minestrone tradizionale con 30 grammi di pasta e un cucchiaino di olio. Un frutto di stagione.
Oppure: pizza al taglio (gusto a scelta) g 130/150.
CENA
Pesce fresco o surgelato g 130 (peso netto a crudo) con verdure a piacere (non mangiare legumi, patate e mais) e un cucchiaio di olio complessivo.
Il contorno può essere sostituito da un frutto di stagione. Pane: g 40.

TERZO GIORNO
COLAZIONE vedi il giorno uno.
PRANZO
Una macedonia di frutta ( anche con una pallina di gelato) e 2 o 3 cialde.
Oppure: un toast a piacere.
Se si sceglie la macedonia, a metà pomeriggio si può prendere un pacchetto di cracker da 25 g o 3  biscotti come spuntino.
CENA
Un uovo intero e un albume strapazzato in una padella antiaderente con verdure a piacere (non mangiare legumi patate e mais) e un cucchiaio di olio complessivo. Il contorno può essere sostituito da un frutto di stagione. Pane: g 40 g

QUARTO GIORNO
COLAZIONE vedi giorno uno
PRANZO
Insalata di patate (g 200/250 di patate) con pomodori o fagiolini, un cucchiaino di olio. Pane g40. Oppure: Un tramezzino a scelta.
CENA
Pesce fresco o surgelato g 130 (peso netto a crudo) con verdure a piacere (non mangiare legumi, patate e mais) e un cucchiaio di olio complessivo.
Il contorno può essere sostituito da un frutto di stagione. Pane: g 40.

QUINTO GIORNO
COLAZIONE vedi giorno uno
PRANZO
Carne bianca di qualsiasi tipo g 130 (peso netto a crudo) con verdure a piacere (non mangiare legumi, patate e mais) e un cucchiaio di olio complessivo.
Il contorno può essere sostituito da un frutto di stagione. Pane: g 40.
Oppure: un panino di g 60 con g 50 di prosciutto crudo o cotto o speck o bresaola o arrosto di tacchino.
CENA
Seppie g 130 (peso netto a crudo) con piselli freschi o surgelati o in barattolo g 150 e un cucchiaio di olio complessivo.

SESTO GIORNO
COLAZIONE vedi giorno uno
PRANZO
Tonno sott’olio sgocciolato (una confezione da g 80) con pomodori o insalata a piacere.
Il contorno può essere sostituito da un frutto di stagione. Pane: g 40.
CENA
Piatto di bruschettine preparate con g 80 di pane, aglio e pomodori a piacere, un cucchiaio di olio.

SETTIMO GIORNO
COLAZIONE vedi giorno uno
PRANZO g 60 di pasta o riso, un cucchiaino di olio, pomodori o verdura a piacere. Un frutto di stagione.
CENA Formaggio magro g 60 con verdure a piacere (non mangiare legumi, patate e mais) e un cucchiaio di olio complessivo. Il contorno può essere sostituito da un frutto.